Bolzano, l’ombra dei riti satanici dietro una lite finita con un delitto: ritrovati un teschio e il numero 666 sul braccio del fermato

Favicon Nuova Venezia

La Procura di Bolzano indaga per omicidio volontario, non tralasciando per il momento nessuna ipotesi. Il ritrovamento di un teschio nell'appartamento della vittima, nel quale è stato compiuto il delitto, e il fatto che il fermato, secondo foto pubblicate sui social media, avesse tatuato sul braccio il numero “666” (il numero della Bestia è un simbolo che nel cristianesimo indica un personaggio...

Leggi la notizia integrale su: Nuova Venezia


Il post dal titolo: «Bolzano, l’ombra dei riti satanici dietro una lite finita con un delitto: ritrovati un teschio e il numero 666 sul braccio del fermato» è apparso sul quotidiano online Nuova Venezia dove ogni giorno puoi trovare le ultime notizie dell'area geografica relativa a Venezia.



Approfondisci questo argomento con le altre notizie