Una poesia di Manrico Murzi sul pino caduto

Favicon Elba Report

Si può piangere come si piange un parente o un amicoper un vecchio pino di ampia chioma che respirava soffi di tramontana fresca o di scirocco afoso, spolverini di pioggia montana o di mare in burrasca. Che ascoltava il chiasso dei bimbi a piedi scalzi e il loro girotondo, che sentiva e registrava i racconti di pescatori e marittimi, di contadini e artigiani seduti all'ombra sulla panchina. A far scorrere le bobine delle tante registrazioni fatte, in poco più di due secoli di vita, ci sarebbe da ridere a crepapelle o da piangere a dirotto, per l'evocazione di fatti e persone passati e nel...

Leggi la notizia integrale su: Elba Report


Il post dal titolo: «Una poesia di Manrico Murzi sul pino caduto» è apparso sul quotidiano online Elba Report dove ogni giorno puoi trovare le ultime notizie dell'area geografica relativa a Marciana.



Approfondisci questo argomento con le altre notizie