Palermo: si facevamo rompere gambe e braccia per truffare le assicurazioni

Favicon Corsaro del Sud

Questa notte la Squadra Mobile di Palermo ha posto in stato di fermo 42 individui, accusati (a vario titolo) di lesioni, usura, estorsione e truffe alle assicurazioni.Le operazioni "Contra Fides" e "Tantalo bis" sono state condotte e portate a buon fine dalla Polizia di Stato in collaborazione con la Guardia di Finanza. Sono, inoltre, centinaia le persone indagate dalla Procura di Palermo per aver preso parte a queste dolorose truffe assicurative.La banda criminale, senza troppi scrupoli, si occupava di rompere le ossa alle persone; queste ultime ricevevano in cambio una minima parte del...

Leggi la notizia integrale su: Corsaro del Sud


Il post dal titolo: «Palermo: si facevamo rompere gambe e braccia per truffare le assicurazioni» è apparso sul quotidiano online Corsaro del Sud dove ogni giorno puoi trovare le ultime notizie dell'area geografica relativa a Messina.



Approfondisci questo argomento con le altre notizie