Licata, uccise lo zio dopo lite familiare: 11 anni in appello

Favicon Grandangolo Agrigento

Sedici anni in primo grado, undici in Appello. Si conclude con uno sconto di pena di cinque anni, con il riconoscimento delle attenuanti generiche, il secondo grado di giudizio del processo che vede imputato Giuseppe Volpe, ventunenne originario di Licata, accusato di avere ucciso lo zio Giacinto Marzullo, 52 anni, con quattordici colpi di pistola per dei contrasti di natura economica. In primo...

Leggi la notizia integrale su: Grandangolo Agrigento


Il post dal titolo: «Licata, uccise lo zio dopo lite familiare: 11 anni in appello» è apparso sul quotidiano online Grandangolo Agrigento dove ogni giorno puoi trovare le ultime notizie dell'area geografica relativa a Licata.



Approfondisci questo argomento con le altre notizie