Da Ventimiglia a Taranto, l'odissea persecutoria dei migranti

Favicon TarantoContro

L'hotspot di Taranto si conferma essere luogo di imposizione, anche con la forza, anche con la violenza (come è stato documentato tempo fa da Amnisty International che ha parlato perfino di torture) della identificazione, ed espulsione per chi si rifiuta, dei migranti.La resistenza all'identificazione dei migranti è per non rimanere incatenati, anche per anni, in Italia in centri di accoglienza in cui si consumano senza poter fare nulla gli anni migliori della propria vita, e poter proseguire il loro viaggi all'estero, dove spessissimo hanno già familiari, amici, possibilità di lavoro....

Leggi la notizia integrale su: TarantoContro


Il post dal titolo: «Da Ventimiglia a Taranto, l'odissea persecutoria dei migranti» è apparso sul quotidiano online TarantoContro dove ogni giorno puoi trovare le ultime notizie dell'area geografica relativa a Taranto.



Approfondisci questo argomento con le altre notizie