Da teste chiave a mitomane. Un uomo interrogato per dieci ore per il delitto del Lungo Po 

Favicon la Stampa

«Tanto rumore per nulla». Così, a notte fonda, un’autorevole fonte investigativa, spazza via le aspettative di chi puntava in una svolta del delitto dei Murazzi. Un uomo ha trascorso più di dieci ore nella caserma dei carabinieri. Dieci ore da sospettato. «Ho ucciso io Stefano Leo». Così, ha detto presentandosi nel pomeriggio negli uffici del coman...

Leggi la notizia integrale su: la Stampa


Il post dal titolo: « Da teste chiave a mitomane. Un uomo interrogato per dieci ore per il delitto del Lungo Po » è apparso sul quotidiano online la Stampa dove ogni giorno puoi trovare le ultime notizie dell'area geografica relativa a Torino.



Approfondisci questo argomento con le altre notizie