Milano, manager morto per Covid sepolto all’insaputa della famiglia tra salme non reclamate

Favicon Milano Fanpage

I parenti di Gianni Fossati, noto manager milanese morto lo scorso 24 marzo per coronavirus a 79 anni, hanno scoperto che il loro caro è stato seppellito d'ufficio dal Comune di Milano al campo 87 del Cimitero Maggiore, che ospita le salme non reclamate dai parenti. L'errore sarebbe nato da un problema di comunicazione da parte dell'ospedale.Continua a leggere

Leggi la notizia integrale su: Milano Fanpage


Il post dal titolo: «Milano, manager morto per Covid sepolto all’insaputa della famiglia tra salme non reclamate» è apparso sul quotidiano online Milano Fanpage dove ogni giorno puoi trovare le ultime notizie dell'area geografica relativa a Milano.



Approfondisci questo argomento con le altre notizie