«Tragedia di Azzano, l’auto accelerò» Spuntano nuovi testimoni

Favicon l'Eco di Bergamo

Per l’accusa Scapin investì volontariamente, per la difesa voleva scappare. Un gruppetto di ragazzi su una Polo: «Lunotto rotto col casco da una delle vittime». Perizia: la chiave nella velocità.«Sentii l’auto accelerare, prima dell’impatto». Spuntano nuove testimonianze nell’indagine sulla morte di Luca Carissimi, 21 anni, e Matteo Ferrari, 18, avvenuta nella notte fra il 4 e il 5 agosto sulla Cremasca ad Azzano San Paolo. A riferire agli inquirenti di aver udito il rombo del motore della Mini guidata da Matteo Scapin – l’investitore ora agli arresti domiciliari – che anda...

Leggi la notizia integrale su: l'Eco di Bergamo


Il post dal titolo: ««Tragedia di Azzano, l’auto accelerò» Spuntano nuovi testimoni» è apparso sul quotidiano online l'Eco di Bergamo dove ogni giorno puoi trovare le ultime notizie dell'area geografica relativa a Bergamo.



Approfondisci questo argomento con le altre notizie