Investiti e uccisi ad Azzano, il gip non crede al gesto volontario: mancano le prove

Favicon Il Giorno

Il magistrato, che ah concesso i domiciliari a Scapin, non crede alla ricostruzione ipotizzata dalla Procura «probabilmente colpito con una bottiglia», momenti di concitazione che hanno «destabilizzato» che quindi forse «in preda al panico e cercando una via di fuga dopo lo scoppio del lunotto posteriore, abbia, anche a causa dello stato di ebbrezza, male affrontato il sorpasso del motociclo a...

Leggi la notizia integrale su: Il Giorno


Il post dal titolo: «Investiti e uccisi ad Azzano, il gip non crede al gesto volontario: mancano le prove» è apparso sul quotidiano online Il Giorno dove ogni giorno puoi trovare le ultime notizie dell'area geografica relativa a Bergamo.



Approfondisci questo argomento con le altre notizie