Corradetti, dai diritti dei lavoratori al fascismo. E ritorno

Favicon Citta della Spezia

Qualche tempo fa ho detto della profonda attenzione con cui Giuseppe Mazzini guardava ai lavoratori ritenendo che dovessero essere tutelati, rispettati e mai sfruttati. Le eventuali tensioni sociali, a suo avviso, si dovevano comporre in una concezione del popolo visto come una unità compatta in cui le differenze si annullavano. Inoltre, Mazzini avversava qualsiasi intervento del pubblico nell’economia,...

Leggi la notizia integrale su: Citta della Spezia


Il post dal titolo: «Corradetti, dai diritti dei lavoratori al fascismo. E ritorno» è apparso sul quotidiano online Citta della Spezia dove ogni giorno puoi trovare le ultime notizie dell'area geografica relativa a Spezia.



Approfondisci questo argomento con le altre notizie