Roma, la protesta dei lavoratori della cultura dopo un anno di stop: “Mangio una volta al giorno per risparmiare”

Favicon Il Fatto Quotidiano

All’ombra del teatro Argentina, attori, musicisti, ballerini e artisti di strada sono tornati a chiedere di poter tornare a lavoro. A un anno esatto dalla chiusura di teatri e cinema a causa dell’epidemia da Covid-19, gli operatori della cultura accendono i riflettori sulle condizioni del comparto: “Siamo sprovvisti di qualsiasi forma di tutela”. I ristori...

Leggi la notizia integrale su: Il Fatto Quotidiano


Il post dal titolo: «Roma, la protesta dei lavoratori della cultura dopo un anno di stop: “Mangio una volta al giorno per risparmiare”» è apparso sul quotidiano online Il Fatto Quotidiano dove ogni giorno puoi trovare le ultime notizie dell'area geografica relativa a Roma.



Approfondisci questo argomento con le altre notizie