Non era un dito umano quello ritrovato in un involtino primavera nel Lughese

Favicon Ravenna e dintorni

Il verdetto delle analisi disposte dalla procura: carne di maiale Il “reperto” immortalato in una foto poi postata sui social Non era un dito umano, quello ritrovato lo scorso novembre in un involtino primavera surgelato, acquistato in un supermercato di Imola e poi consumato a casa propria da una donna residente nel Lughese. Come rivelato ieri (7 aprile) dai quotidiani locali, le analisi...

Leggi la notizia integrale su: Ravenna e dintorni


Il post dal titolo: «Non era un dito umano quello ritrovato in un involtino primavera nel Lughese» è apparso sul quotidiano online Ravenna e dintorni dove ogni giorno puoi trovare le ultime notizie dell'area geografica relativa a Ravenna.



Approfondisci questo argomento con le altre notizie