Sassuolo, la sorella di Nabil: «Mi affido a Dio» Il collega incredulo: «Una vita per i bimbi»

Favicon la Gazzetta di Modena

La famiglia dell’omicida invoca la misericordia Gli amici: «Era malato, non ha mai accettato il problema» SASSUOLO. A quasi una settimana dalla strage familiare di via Manin, è ancora tanta l’incredulità in città tra amici e conoscenti di Elisa Mulas e Simonetta Fontana, dopo che l’ex compagno di Elisa, Nabil Dhahri ha ucciso a coltellate lei, i figli Sami e Ismaele di due e cinque anni e la...

Leggi la notizia integrale su: la Gazzetta di Modena


Il post dal titolo: «Sassuolo, la sorella di Nabil: «Mi affido a Dio» Il collega incredulo: «Una vita per i bimbi»» è apparso sul quotidiano online la Gazzetta di Modena dove ogni giorno puoi trovare le ultime notizie dell'area geografica relativa a Modena.



Approfondisci questo argomento con le altre notizie