Migranti, disobbedienza civile e confini

Favicon Il Manifesto Bologna

di Nadia Urbinati La disobbedienza civile, che sembra avere acquistato un interesse pubblico dopo l’intervento di Gustavo Zagrebelsky su Repubblica, è un oggetto strano e difficile da maneggiare, le cui implicazioni sono imprevedibili, e con il fascino proprio delle imprese radicali. Per alcuni (i realisti sovranisti), non è che una forma di ricatto che non

Leggi la notizia integrale su: Il Manifesto Bologna


Il post dal titolo: «Migranti, disobbedienza civile e confini» è apparso sul quotidiano online Il Manifesto Bologna dove ogni giorno puoi trovare le ultime notizie dell'area geografica relativa a Bologna.



Approfondisci questo argomento con le altre notizie