Il kilelr rubacuori mestrino che lasciò una scia di orrore in Italia ed Europa

Favicon il Gazzettino

La sera del 9 Aprile 1981 Nazario Succo, poliziotto in servizio a Venezia, ritornò nella casa di via Terraglio, dove viveva con la moglie Marisa e il diciannovenne figlio Roberto. Qualcosa deve essergli apparso strano, perché nessuno rispose al suo saluto. Ma Nazario non ebbe il tempo di capirne la ragione: fu subito aggredito e trafitto da vari colpi di accetta, che il ragazzo gli inferse con...

Leggi la notizia integrale su: il Gazzettino


Il post dal titolo: « Il kilelr rubacuori mestrino che lasciò una scia di orrore in Italia ed Europa » è apparso sul quotidiano online il Gazzettino dove ogni giorno puoi trovare le ultime notizie dell'area geografica relativa a Venezia.



Approfondisci questo argomento con le altre notizie